GRANO BUONO DI RUTIGLIANO

Progetto di tutela, recupero e valorizzazione

 

PERIODO DI SVOLGIMENTO

Novembre 2015 – in corso.

 

PARTNER

GAL Sud Est Barese, Università Aldo Moro di Bari, Politecnico di Bari, CREA, CNR-IBBR, Comune di Rutigliano, Associazione Portanuova.

 

BREVE DESCRIZIONE

Il “Grano Buono di Rutigliano” è l’antico e storico cereale coltivato nel territorio di Rutigliano che si differenzia dagli altri tipi di grano per le spighe più alte e per le qualità alimentari che lo fanno risultare adatto per la cucina, tanto da poter essere consumato in chicchi. Le cariossidi liberate dal tegumento più esterno, senza frantumare i chicchi, sono asciugate al sole, setacciate in modo da allontanare i residui dei tegumenti e conservate in barattoli di vetro. Il GAL Sud-Est Barese, considerato l’elevato interesse del mercato per i prodotti di nicchia e tradizionali, ha avviato nel 2015 un percorso per la tutela, recupero e valorizzazione del Grano Buono di Rutigliano; in accordo con l'Università Aldo Moro di Bari, il Politecnico di Bari, il CREA, il CNR-IBBR, il Comune di Rutigliano e l'Associazione Portanuova, ha realizzato le seguenti azioni per la caratterizzazione, tutela e valorizzazione del Grano Buono di Rutigliano: monitoraggio del territorio; allevamento in campo presso l'Az. Agricola sperimentale del CREA-AA; caratterizzazione chimico-qualitativa della granella; procedure per la registrazione della varietà; creazione del modello di microfiliera locale.

 

   EXTRA LEADER

 



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DEL GAL

Clicca e iscriviti



Vi ricordiamo di confermare l'avvenuta iscrizione alla newsletter direttamente dalla vostra casella di posta elettronica

 

 

 

©2019 Gruppo di Azione Locale Sud est barese S.c.a r.l. P. IVA 07001380729 - Tutti i diritti sono riservati. Designed by STUDIOMACINO.com

 

logo GAL gruppo di azione locale sud est barese